Cosa accade alle ossa quando ci si scrocchia le dita

Scrocchiarsi le dita consiste in una trazione dell’articolazione che comporta una modifica della pressione del liquido sinoviale che già si trova in un ambiente a pressione negativa. Se la pressione idrostatica aumenta, i gas contenuti in soluzione come il diossido di carbonio e l’idrogeno si riuniscono e si raccolgono in bolle a causa dell’aumento della tensione superficiale. La rottura di queste bolle è accompagnata dal caratteristico rumore secco che sentiamo. Subito dopo i gas tornano lentamente in soluzione per essere poi disponibili di nuovo a trasformarsi in bolle: il tutto richiede circa 20 minuti e ciò spiega perché, dopo essersi scrocchiati le dita, bisogna aspettare un po’ prima di poter ripetere il gesto.

Scrocchiare le dita è pericoloso?

Scrocchiare le dita non provoca alcun tipo di degenerazione delle cartilagini o infiammazioni, anche se a lungo andare può causare piccoli disturbi alle mani come gonfiore, indolenzimento e leggera diminuzione della forza. Se si ha quindi l’abitudine di scrocchiarsi le dita troppo spesso è meglio cercare di tenere le mani occupate in altro modo: una buona distrazione può essere ad esempio una pallina antistress.

Scopri di più sull’area chirurgica relativa a questa malattia:

IL PROFESSORE
RISPONDE

Se vuoi prendere un appuntamento per una visita con il dr. Maurilio Bruno o se desideri chiedere un parere medico su una determinata patologia ortopedica, compila il form. Sarai ricontattato il prima possibile.

Privacy*
Con la compilazione del presente modulo, dichiaro, ai sensi dell’art. 13 e ss. GDPR 679/2016, di aver preso visione dell’informativa privacy ed autorizzo, ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del GDPR 679/2016, al trattamento dei dati personali per le finalità gestionali necessarie alla ricezione e lavorazione della suddetta richiesta.

[recaptcha]